venerdì 22 luglio 2016

CURARSI CON L'ENULA (Inula helenium) Curing with Elecampane



  
ENULA 
Inula helenium L.
Famiglia delle Composite
Fiori gialli

Questa cugina della margherita, dai fiori gialli sfavillanti come piccoli girasoli, fiorisce dal principio della primavera all'autunno avanzato. Viene spesso coltivata come pianta ornamentale; allo stato selvatico si può trovare sui cigli dei fossi e nei boschi umidi, con le sue grandi foglie ruvide nella parte superiore e vellutate nella parte inferiore.
Esistono molte specie di enula ma la più bella e la più benefica è la grande enula, detta: enula campana, elenio, antiveleno o panacea di Chironte.
Il nome di enula potrebbe derivare dal greco helena "piccola cesta", ma io preferisco immaginare, come già Teofrasto e Dioscoride, che questa pianta fosse cara alla bella Elena,
moglie di Menelao e amante di Paride, a causa della quale achei e troiani si sgozzarono per dieci anni. Qualunque sia la verità storica, questa è una delle piante medicinali più anticamente conosciute. Ad Atene, a Roma e nell'Europa medievale veniva prescritta per curare bronchiti, tosse, pertosse, polmonite e malattie di cuore. In Germania se ne ricavava addirittura un vino considerato efficace per guarire nientemeno che la peste, e che chiamavano "vino di san Paolo", o "pozione di san Paolo".
Ho avuto mille volte modo di convincermi che I'enula è un eccellente tonico generale e stimolante delle mucose. Non andrò fino a dire - come fu detto in passato - che, da sola, guarisce la tubercolosi. Però la considero benefica in quasi tutte le malattie dell'apparato respiratorio: angine, bronchiti, tosse, asma, pertosse, polmonite e pleurite. 
La pertosse - o tosse convulsa - non è più una malattia tanto comune oggigiorno, mi ricordo però di aver visto un medico erborista dare sollievo e addirittura guarire un bambino che ne era affetto curandolo con infusi e bagni di enula. 
È la bronchite cronica che, grazie all'inquinamento dei nostri giorni, gareggia oggi con I'infarto come causa di morte: conveniamo quindi che l'enula ha grossi servigi da rendere a tutti noi... 
Questa pianta, però, non limita i suoi benefici alle vie respiratorie: è anche diuretica (e quindi indicata per combattere la pigrizia dei reni, la gotta, i reumatismi, ecc.); è sudorifera, disinfettante e depura il sangue (e ciò la rende specialmente valida quando vorremo curare malattie infettive); ha notevoli proprietà curative in certe malattie della pelle (dermopatie, acne, erpete, piaghe superficiali come tagli e ulcerazioni); stimola l'appetito, coadiuva le funzioni dello stomaco, calma i bruciori di stomaco e le nausee.



Raccolta

Dell'enula utilizzeremo solamente la "radice" che, in effetti, è un rizoma corto e grosso con varie diramazioni. L'autunno è il momento più indicato per estirparla essendo la parte, in questo periodo, più ricca di principi attivi. Tagliate la radice in dischetti dopo averla scrupolosamente spazzolata, e fatela essiccare. Con l'andare del tempo acquisterà un delizioso odore di violetta. Se volete coltivare I'enula in giardino, riservatele un angolo dove il terreno è grasso, fresco e sarchiato in profondità.


Radice di Enula




  
Preparazione e impiego

INFUSO di radici di enula: mettete una mezza manciata di radici pestate per litro d'acqua. Bevetene da 2 a 3 tazze al giorno.

DECOTTO di radici (essendo piuttosto sgradevole al gusto, lo consiglio per uso esterno in compresse, ecc.): mezza manciata di radici per litro d'acqua.

BAGNI ALLE MANI E PEDILUVI: regolatevi come per la ricetta precedente, eventualmente aggiungendo in stagione qualche fiore fresco.

VINO: una abbondante manciata di radici affettate in un litro di vino bianco. Lasciate riposare una settimana e zuccherate. Ne berrete un bicchierino ad ogni pasto.

INALAZIONI: respirate sotto un panno il vapore del decotto molto caldo e concentrato per curare i malanni dell'apparato respiratorio. Usate due manciate di radice per litro d'acqua.




INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE


A - B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 

Nessun commento: