domenica 12 gennaio 2014

FORFORA - Dandruff - Caspa - Pellicules - Schuppen - ふけ - 頭皮 - перхоть - قشرة الرأس

  
   
LA FORFORA

La forfora, generata da un trattamento cosmetico o da una disfunzione, può diventare un vero e proprio problema. Essa è il prodotto di un normale processo di rigenerazione della pelle, durante il quale le cellule morte vengono allontanate e sostituite da nuove. Tuttavia, se questo processo si acutizza, le cellule si raccolgono a gruppi generando il ben noto e antiestetico disturbo, riconducibile, in genere, a depositi di sebo o a una cattiva irrorazione sanguigna dell'epidermide. La forfora, inoltre, può essere l'effetto di una infiammazione cutanea, come per esempio un eczema. 
Altre cause possono essere seborrea, ossia sovra produzione di sebo della cute del capo, eczemi forforosi o micosi.
In ogni caso è consigliabile rivolgersi a un dermatologo perché possa identificare un'eventuale malattia cutanea e indicare la cura adeguata.
A seconda della causa sono d'aiuto alcuni rimedi naturali.


CHE FARE? 

È consigliabile rivolgersi a un dermatologo perché possa diagnosticare un'eventuale malattia cutanea come causa del disturbo. In genere la terapia prevede di stimolare la forfora per poi frenarla.
Un'alimentazione sana e mirata spesso costituisce un valido aiuto e apporta sensibili e importanti miglioramenti.


Impacchi di cavolo

Il cavolo può essere usato per attenuare la sovra produzione di forfora.

Prendete alcune foglie di cavolo di coltivazione biologica e coprite la parte interessata per mezz'ora. In questo modo assorbirete il sebo in eccesso, disinfiammando anche le ghiandole sebacee, e apporterete alla cute importanti sali minerali.


Impacchi di corteccia di quercia

Gli impacchi caldi di corteccia di quercia (in erboristeria) frenano l'iperattività delle ghiandole sebacee e sudorifere. I tannini in essa contenuti hanno un'azione astringente e cicatrizzante sulla pelle.


Modificare l'alimentazione

Un' errata alimentazione spesso provoca reazioni cutanee. Un miglioramento sensibile della salute dell'epidermide si ha con i digiuni curativi e con l'adozione di una dieta equilibrata, che fornisca all'organismo la giusta quantità di proteine, vitamine e sali minerali. 
In particolare gli alimenti integrali apportano vitamina B6 (cereali integrali, patate,barrane) e zinco (cereali integrali, latticini, pesce). 
Evitate i cibi grassi, preferite i cibi e i prodotti di coltivazione biologica, gli zuccheri raffinati e le spezie.


RIMEDI OMEOPATICI

Calcium carbonicum D6 in caso di forfora secca e pori piliferi infiammati.

Natrium muriatìcum D6 in caso di cute eccessivamente grassa.

Sulfur D6 in caso di cute secca con bruciore, pruriti e formazione di infezioni; quando i disturbi peggiorano al caldo oppure se si lavano i capelli.


COSMETICA NATURALE

Decotto antiforfora

50 g di semi di lupino
30 g di foglie di capelvenere
30 g di corteccia di salice

Versate questo miscela in 1 litro d'acqua, fate bollire per 10 minuti, poi filtrate. 
Usate il decotto come shampoo lavandovi i capelli alla sera, per un periodo di 2 settimane.
Un ulteriore beneficio si ha aggiungendovi alcune gocce di olio dell'albero del tè.


Contro i capelli grassi

Sciogliete 3 gocce di olio essenziale di melissa in 20 ml di tintura di foglie di betulla.
Unite 80 ml di acqua di amamelide. 
Spalmate questo composto sul cuoio capelluto 2 volte al giorno e massaggiate accuratamente. Questo tonico è efficace per ridurre la produzione sebacea della cute.


RIMEDI CASALINGHI

Cura di aceto di mele

Mescolate 1/2 tazza di aceto di mele con la stessa quantità d'acqua e usatela per lavarvi i capelli. L'aceto stimola l'irrorazione sanguigna e combatte la forfora.


 Argilla curativa

Mescolate l'argilla con acqua fino a creare un composto morbido.
Fate un impacco ai capelli dello spessore di 1-2 mm, mantenetelo per mezz'ora, poi sciacquate con acqua calda. 
L'argilla svolge un'azione antinfiammatoria ed è in grado di eliminare le cellule morte, l'eccesso di sebo e i batteri.



ORTICA

Sin dall'antichità erano note le proprietà curative dell'ortica nel trattamento di diverse malattie cutanee.
Particolarmente efficace è il succo della pianta fresca, prodotto in casa o acquistato in erboristeria.

Versate 100 ml di succo di ortica e 50 g di radice di saponaria in 200 ml d'acqua e fate bollire per qualche minuto. Aggiungete, inoltre,olio di soia o di arachidi.
In questo modo otterrete un benefico olio per massaggi.


CONSIGLIO UTILE

Per eliminare la forfora massaggiate i capelli e la cute con olio dì arachidi. 
Poi versate il succo di 1 limone sul cuoio capelluto, in modo da sigillare le cellule cutanee. 
Anche uno shampoo neutro si rivela un efficace aiuto per eliminare la forfora.



Nessun commento: